Save Your Energy Light Up Your Future
#ComESto

Il Progetto

In ComESto, 15 partner tra imprese, università, enti e organismi di ricerca lavorano insieme con l’obiettivo di integrare i sistemi di accumulo di energia e quelli di generazione da fonti rinnovabili, favorendo la partecipazione attiva degli utenti finali.

Le Comunità Energetiche, soprattutto se dotate di sistemi di accumulo che aumentano la quota di autoconsumo e dunque il risparmio, rappresentano una importante opportunità per poter pensare al passaggio da un sistema energetico basato sulle fonti fossili, ad un sistema totalmente rinnovabile e sostenibile.

Autoproduzione, autoconsumo, accumulo e condivisione dell’energia; sicurezza, resilienza ed equilibrio del sistema, sono le parole chiave che guidano il progetto di ricerca industriale ComESto (Community Energy Storage: Gestione Aggregata di Sistemi di Accumulo dell’Energia in Power Cloud) che mira a capire quanto sia possibile, e che ricadute potrebbe avere in regioni economicamente depresse, creare delle comunità energetiche con accumulo distribuito; quali siano le potenzialità; quali le criticità da affrontare; quali le tecnologie più adatte; senza trascurare di indagarne l’impatto sull’ambiente e sul sistema sociale. Una “terza via” in cui il cittadino non è semplice utente ma agente del cambiamento.

Produzione Rinnovabile

Acqua, vento e sole, nonostante siano presenti in abbondanza in natura non sono programmabili e dunque è necessario accumulare l’energia quando c’è un surplus di produzione.

Accumulo Energetico Distribuito

Il progetto punta ad implementare sistemi di accumulo distribuito sia di tipo convenzionale, con tecnologie di accumulo elettrochimico ed elettrostatico, che di tipo non convenzionale, come ad esempio gli oli esausti trasformati in biodiesel, i sistemi idropotabili e i sistemi termici.

La Tecnologia Abilitante

Le diverse tecnologie saranno integrate con le nanogrid, il sistema ibrido di alimentazione elettrica capace di gestire diverse tipologie di generazione e di sistemi di accumulo.

Il progetto ComESto punta a coniugare l’esigenza di energia da fonti rinnovabili con la necessità di sistemi di storage

Veicoli Elettrici

All’interno del progetto vengono inglobati anche i veicoli elettrici, usati come sistema di accumulo per immettere energia sulla rete (Vehicle to Grid) e scambiare energia con le abitazioni (Vehicle to Home).

Cittadino al Centro

Oltre all'innovazione tecnologica, il progetto ComESto vuole mettere al centro anche il cittadino visto non solo come un semplice utente finale, ma come un attore consapevole delle proprie esigenze di consumo e dei benefici che possono derivare dall'uso delle fonti di energia rinnovabile.

Gestione Aggregata dell'Energia

Opportune tecnologie abilitanti e complessi algoritmi, attraverso la supervisione di un’entità super partes definita Aggregatore, consentiranno, attuando programmi di Demand Response (DR), ai membri della Comunità di rispondere in tempo reale ai segnali del mercato.

Intelligenza Artificiale

Il progetto sfrutterà innovativi tool di supporto al processo decisionale per la pianificazione della rete attraverso l'applicazione di algoritmi di Intelligenza Artificiale e di Machine Learning.

I PARTNER DEL PROGETTO

Università, Centri di Ricerca, Grandi Aziende e PMI insieme per raggiungere gli obiettivi del progetto

Esperienze e capacità diverse che cooperano per raggiungere l’obiettivo finale di una transizione energetica sostenibile ed auto – sostenibile ad ogni livello

logo1_e-distribuzione
logo2_unical
dhitech
logo3_enea
logo4_evolvere
logo5_fbk
logo7_GreenEnergy
Green-Energy-Storage01-1
ocima
logo8_spintel
tenproject
logo9_tim
logo10_unisiena
logo11-univpm-2013
universita_bari

LA PAROLA AI PARTNER

E-distribuzione
Università della Calabria
Università di Siena

“Il primo obiettivo è stato raggiunto, abbiamo creato la migliore fra le “community” possibili riunendo nel partenariato le competenze più adeguate per il raggiungimento degli obiettivi di progetto. Adesso è il momento di lanciare e sviluppare le Community Energy Storage”

Simone Tegas

Project Manager, E-distribuzione

“Grazie all’uso delle nanogrid e ‘smartizzazione’ delle reti di distribuzione si possono gestire in maniera ottimale e coordinata sistemi distribuiti di generazione da fonte rinnovabile (innanzitutto fotovoltaici) e sistemi di accumulo energetico, in modo tale da offrire un supporto alla gestione dei flussi di potenza della rete di distribuzione. Attraverso la costituzione di Comunità Energetiche diventa così possibile contribuire ‘dal basso’ alla soluzione dei problemi derivanti dalla crescente penetrazione della generazione da fonti rinnovabili (in genere non programmabili) e, quindi, facilitare il processo di transizione verso la completa autonomia dalle fonti fossili.”

Daniele Menniti

Responsabile Scientifico, ComESto

L’accumulo energetico è un elemento strategico per lo sviluppo delle fonti rinnovabili orientate alla produzione di energia elettrica, dato che le riscatta dai difetti di origine di discontinuità nella fornitura e della bassa densità. Nella dimensione territoriale delle nanogrids questo aspetto di per sé rilevante si coniuga con la possibilità di rendere il cittadino/utente protagonista della transizione energetica ad una economia a basso contenuto di carbonio. Sia Horizon 2020 che il Piano Strategico Tecnologico Energetico (SET Plan) della Unione Europea individuano nel recupero di efficienza e nella sostituzione dei fossili con risorse rinnovabili i pilastri della sostenibilità ambientale. Il Progetto ComESto mostra il volto avanzato della ricerca applicata italiana mettendo insieme esperienze e competenze di Università, Centri di Ricerca e Aziende di varia dimensione in una prospettiva pienamente allineata alle scelte per l’Energia e il Clima della Commissione Europea.

Riccardo Basosi

Rappresentante Italiano Energia in H2020 e Delegato MIUR per il SET Plan

"Nel dare forma alla nostra vita, siamo stecca da biliardo, giocatore o palla? Siamo noi a giocare, o è con noi che si gioca?"
(Zygmunt Bauman, L’arte della vita)